-+  Associazione
-+  Documenti
 |-  Modern Perl
 |-  Bibliografia
 |-  Articoli
 |-  Talk
 |-  Perlfunc
 |-  F.A.Q.
 |-  F.A.Q. iclp
-+  Eventi
-+  Community
-+  Blog
-+  Link
Corso di Perl



 
Randal L. Schwartz, Tom Phoenix Versione stampabile.
Learning Perl Objects, References & Modules
0596004788 - O'Reilly - 2003 - 34,95 USD
Recensioni di dada e Rosario Colletti.

Recensione di dada Punteggio: 4/5
19/12/2003

Seguito ideale di Learning Perl, il libro si presenta come "ciò di cui hai bisogno per scrivere programmi lunghi da 100 a 10.000 righe", e mantiene in pieno la promessa.

La struttura del testo nasce evidentemente dall'esperienza di Schwartz e compagni nel tenere corsi; ogni capitolo può essere utilizzato come materiale per una lezione, e a fine capitolo vengono proposti esercizi (con tanto di tempo, in minuti, da impiegare per risolverli), le cui soluzioni vengono riportate in appendice. Ottimo strumento, quindi, sia per potenziali professori che per studenti, i quali possono usarlo, per usare una parola molto in voga di questi tempi, in modalità di "autoapprendimento".

La trattazione teorica è sempre accompagnata passo passo da esempi, folcloristicamente tratti da una serie televisiva (Gilligan's Island) molto conosciuta negli Stati Uniti, cosa che dovrebbe suscitare, immagino, la simpatia quando non l'ilarità del lettore; non conoscendo purtroppo tale serie, non posso giudicare quanto l'aspetto umoristico sia stato azzeccato.

Per quanto riguarda i contenuti, i temi principali, come suggerisce il titolo, sono 3: reference, programmazione ad oggetti e moduli. Ottima e abbondante la prima parte, molto buona anche la seconda (avrei gradito forse soltanto qualche accenno in più agli strumenti che CPAN mette a disposizione per la programmazione OO, dei quali viene citato solo Class::MethodMaker), un po' troppo superficiale a mio avviso la terza. Si parte dalla creazione di semplici moduli per arrivare a pubblicare il proprio codice su CPAN, ma in maniera forse un po' troppo rapida e con un percorso quantomeno lacunoso.

L'impaginazione a la battitura sono quasi del tutto impeccabili, come da standard O'Reilly. A voler proprio essere pignoli, ho notato delle sottilissime imprecisioni grafiche nelle prime 2 figure del libro, ma la fruizione del contenuto non ne risente affatto.

In conclusione, un ottimo testo, da leggere in ogni caso, anche se avete già esperienza di OOP e di reference in Perl, e da leggere sicuramente (dopo il Learning Perl) se di esperienza non ne avete.

Recensione di Rosario Colletti Punteggio: 5/5
19/12/2003

Il linguaggio Perl è un potente linguaggio di programmazione con il quale è possibile scrivere da semplici script per amministrare i sistemi a più complesse applicazioni che possono interagire con i database, come le applicazioni Web, sempre con lo stesso motto: 'Fare facilmente le cose facili e rendere possibili le cose difficili'.
In questo libro l'autore, che ha anche scritto Learning Perl (ed O'Reilly) ci spiega con estrema chiarezza e gradualità le funzioni avanzate del Perl e il modo di utilizzarle per scrivere meglio le proprie applicazioni.

Questo libro è destinato a un pubblico che già è pratico della sintassi e dei comandi base del linguaggio Perl, ma vuole approfondire le sue conoscenze al fine di scrivere applicazioni complesse che utilizzano classi, oggetti e referenze, e costruire le proprie librerie. Ogni capitolo contiene alcuni esercizi e le relative correzioni, di difficoltà crescente, rendendo questo manuale un ottimo libro di testo per l'insegnamento.

I primi capitoli (1-4) coprono argomenti come l'uso di @INC, eval, do, require e la creazioni di packages. Vengono anche introdotte le references e il loro utilizzo, nel caso di strutture complesse con HASH e ARRAY.

I seguenti capitoli (5-7) spiegano come gestire strutture dati complesse: uso del debugger, le classi Data::Dumper e Storable, i versatili comandi map e grep, e tutto quello che c'è da sapere sulle references: derefencing, nested references, subroutine references, anonymous references in una serie di esempi sempre più complessi. Un intero capitolo è riservato a trucchi pratici sull'uso delle references, come l'ordinamento efficiente di dati complessi (Schwartzian Transform).

I capitoli 8-12 sono dedicati agli oggetti: il Perl è anche un linguaggio Object Oriented e in questa sezione sono definiti tutti i concetti e le funzionalità degli oggetti in Perl: istanze, oggetti, classi, ereditarietà, costruttori, distruttori, @ISA, AUTOLOAD, EXPORT, ecc. Sono 4 capitoli veramente preziosissimi perché sono chiari e completi e danno le basi per leggere e comprendere in modo immediato gli oggetti creati da altri.

Gli ultimi capitoli 13-15 descrivono in modo esaustivo l'uso dei moduli Perl, come scrivere la propria distribuzione, come procedere al testing (usando Test::Simple, Test::More) e infine come contribuire al CPAN.

Capitolo dopo capitolo, l'autore propone problematiche sempre più complesse e descrive quali sono gli strumenti del Perl che risolvono il problema, dal più grossolano al più elegante, dal più semplice al più complesso, nell'ottica finale di rendere il lettore capace di programmare le applicazioni più complesse.

D:
Progetti e documenti in rilievo
Corso di Perl Progetto pod2it
D:
La ML di Perl.it
mongers@perl.it è la lista ufficiale di Perl Mongers Italia per porre quesiti di tipo tecnico, per rimanere aggiornato su meeting, incontri, manifestazioni e novità su Perl.it.
Iscriviti!
D:
Annunci Google