Larry Wall
Programming Perl

O'Reilly - 2000 - 39,95 USD
ISBN:0-596-00027-8

Recensioni di Daniele Radogna e Michele Beltrame.
© 2003 Perl Mongers Italia. Tutti i diritti riservati.

Recensione di Daniele Radogna [Voto:5/5]

Metto questo libro al primo posto per deferenza piu che per personale passione. Pur essendo di una grande autorevolezza, la sua densita è tale da rendere il testo del tutto inadatto a un principiante e a volte non sufficientemente terso anche per l'addetto ai lavori. Personalmente non amo molto lo stile del suo humour che a volte rende il testo un po' ellittico e ricordo ancora con un certo disorientamento la trattazione dei packages e dei moduli in cui le analogie dominano sulle definizioni esplicite. Ma è comunque "il" libro non sul Perl ma del Perl; e se il Perl fosse una religione rivelata questo testo sarebbe il testo Sacro e tutti gli altri testi chiose e commenti.


Recensione di Michele Beltrame [Voto:5/5]

Programming Perl rappresenta, sin dalla prima edizione del 1991, il testo fondamentale per il programmatore Perl. In questi anni nessun libro è stato in grado di superarlo in qualità. esso è infatti in giusta misura ricco e chiaro: ci sono molti dettagli "sanguinosi", presentati però in maniera semplice e comprensibile. Allo stesso tempo il testo risulta piacevole da leggere, in quanto interessante e divertente. Questa qualità deriva dagli autori: Larry Wall è infatti il bizzarro creatore del Perl, Tom Christiansen usa il linguaggio dal 1987 ed è già autore di vari libri su di esso, così come Jon Orwant.

La terza edizione del cosiddetto "libro del cammello" è lievitata oltre le 1000 pagine, e copre un sacco di nuovi argomenti, tra cui la versione 5.6 del linguaggio e la trattazione di argomenti quali profiling, threading, compilazione, Unicode e pod.

La trattazione parte da zero, dal famoso "Howdy, world!" reso famoso nel 1978 (ad onor del vero sotto forma di "Hello, world!") da Brian Kernighan e Dennis Ritchie nel loro "The C Programming Language". Il manuale può quindi considerarsi adatto anche a chi inizia, anche se la trattazione dei primi argomenti è un tantino sbrigativa e quindi indicata solo a chi, pur non conoscendo per nulla il Perl, ha già programmato in altri linguaggi in precedenza.

La seconda parte del testo tratta tutto quanto riguarda il Perl: operatori, variabili, regular expression, subroutine, strutture dati, oggetti e via dicendo. La terza parte è dedicata ad argomenti più avanzati, come i thread, la compilazione, la comunicazione tra processi ed il debugging. Molto interessante è la quarta parte, che tratta vari aspetti della cultura attorno al Perl.