-+  Associazione
-+  Documenti
-+  Eventi
-+  Community
-+  Blog
-+  Link

Ottobre 2013

Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Cerca






 


Home | Dicembre 2003 »

Dal Linux Day di Ferrara: una domanda interessante


(Ulteriori fotografie si possono trovare sul sito del LUG Ferrara: http://linuxday.ferrara.linux.it/2003/album/view_album)

Giro al blog un'interessante domanda che è emersa al termine della mia presentazione, durante la quale avevo sostenuto che il Perl deve la sua fama di linguaggio oscuro e incomprensibile anche a certo brutto codice che gira per la rete. "Dov'è che si può trovare codice bello e istruttivo, allora?" Che ne pensate?

Inviato da larsen alle 19:14 | Commenti (2)

Live from Ferrara

Per chi vuole seguire in tempo reale i talk tenuti durante
il Linux Day di Ferrara, è disponibile uno streaming audio
al seguente indirizzo:

http://bofh.unife.it:8000/linuxday.ogg

I documenti presentati durante la giornata sono disponibili
su questo URL: http://linuxday.ferrara.linux.it/

Inviato da larsen alle 14:27 | Commenti (0)

Open Source, Pubblica Amministrazione e Perl: Risultati dell'indagine della commissione Meo

(questa notizia era originariamente apparsa in homepage, la spostiamo sul blog per dare a tutti la possibilità di inserire i propri commenti al riguardo)

La commissione Meo ha da poco terminato l'indagine, molto valida e approfondita, che rappresenta una mappa della distribuzione del software libero nella pubblica amministrazione.
L'indagine è scaricabile al sito:

http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/open_source/index.html

L'indagine cita anche il Perl, ecco gli stralci:

"Perl è uno dei principali linguaggi script del web. Molti programmi CGI sono scritti in Perl. Perl è molto usato come linguaggio per la rapida prototipazione ed è considerato un linguaggio che rende possibile che sistemi diversi lavorino insieme."

"Il Ministero della Giustizia francese e il Casier Judiciaire National usano applicazioni basate su soluzioni Open Source come Apache, Perl, Samba, e fetchmail."

Inviato da dada alle 15:25 | Commenti (0)

Movable Type + Template Toolkit

Visto che mi è stato chiesto, e visto che in qualche modo rappresenta probabilmente un piccolo success case, descrivo per quale motivo ci sono le iconcine di Movable Type e di Template Toolkit in basso a sinistra nell'indice del blog. Sarò schematico.

  • Fatto numero uno: www.perl.it è costruito come una giustapposizione di widget. Mettendoli uno dopo l'altro si organizzano i contenuti. Ciascuno degli widget è un template scritto con Template Toolkit 2.
  • Fatto numero due: come effetto collaterale di esperienze precedenti ho maturato l'opinione che Movable Type è un progetto estremamente interessante; si possono individuare dei difetti, certo, ma rimane uno strumento flessibile e funzionale. Volevo dunque usare MT su Perl.it.
  • Fatto numero due bis: anche Movable Type possiede un sistema di templating, che però è diverso da TT2. I template sono contenuti nel database di Movable Type, e sono modificabili attraverso il pannello di controllo cui si accede via browser.

Il problema era dunque quello di far coesistere i due sistemi di templating, immergendo in questo modo i contenuti generati da Movable Type nella grafica del sito di Perl.it, realizzata con Template Toolkit.

La soluzione è offerta da una fondamentale feature di Movable Type. Esso consente, infatti, di linkare un determinato template ad un file presente su disco. In questo modo tutte le volte che si modifica il template attraverso l'interfaccia web viene modificato anche il file corrispondente. Di più! Il meccanismo è simmetrico, e si può intervenire sul template anche modificando direttamente il file su disco. Ho provveduto quindi a linkare ogni template di Movable Type ad un file su disco, e a scrivere un template TT2 che, una volta compilato, generasse a sua volta un template Movable Type.


schema TT2 - MT

Per spiegare meglio, faccio vedere un pezzo dell'uno e dell'altro. Di seguito c'è il pezzo di template di Movable Type che mostra la lista dei commenti per un dato post.


<$MTCommentBody$> Posted by: <$MTCommentAuthorLink spam_protect="1"$> at <$MTCommentDate$>

Ecco invece un pezzo di template TT2 usato nel sito di Perl.it (tanto per rimanere in tema, si tratta del widget che abbiamo usato in copertina per fare un link al blog):

[% WRAPPER wMessage.ttml 
    wTopic='Blog'
    wImg='img/gui/wb.png'
    wAlt='B:'

    title='Il blog di Perl.it'
    subtitle='Perl, annessi e connessi'
    icon='./img/icons/note.png'
    iconAlt='Bblog'
    url='http://www.perl.it/blog'
    %]Ne parlavamo a Roma, e ora eccolo qua.
[% END %]

Ecco un frammento del template TT2 dal quale viene generato il template della pagina relativa ad un singolo post (come la pagina che state leggendo, probabilmente)

[% WRAPPER wBlogBody.ttml  
           title    = '<$MTEntryTitle$>' 
           subTitle = '<$MTEntryDate format="%x"$>' 
%]<p><$MTEntryBody$>
<a name="more"></a>
<$MTEntryMore$></p> ... e così via ...

Inviato da larsen alle 10:19 | Commenti (0)

wiki e dintorni

Sto sviluppando un content-manager per la didattica scientifica universitaria e la ricerca (nome in codice: WebWrite). Il sito di riferimento è www.complex.unifi.it (anche se probabilmente non funzionerà dato che è in continuo sconvolgimento). Per ora uso TWiki (www.twiki.org), modificato per usare il template toolkit (www.tt2..org).

L'esigenza è quella di avere uno strumento flessibile per diffondere materiale scientifico, aprire discussioni, compilare faq, spartire materiale tra varie comunità. Il tutto tramite interfaccia web (ma non solo).

Ovviamente commenti e altro sono i benvenuti, chi volesse provare il codice mi contatti perché in questo momento l'istallazione non è molto facile....

L'idea di base è quella di avere una lavagna, ovvero uno spazio bianco in cui inserire testo, grafica, espressioni matematiche (latex) e plot scientifici. Oltre a questo, poter allegare materiale vario (articoli, filmati, registrazioni sonore, ecc.) , fare ricerche, compilare profili di interesse, usarlo come un forum, un blog o una mailing list, senza contare la possibilità di creare interfacce a database o a programmi di calcolo scientifico. Tutte cose che gli "scienziati " o i docenti (ma anche gli ingegneri) vorrebbero fare senza fatica e senza dover usare qualcosa di diverso dal browser. E magari permettendo a chi è un po' più sveglio di poter fare cose più potenti.

Ecco qui una lista di cose che dovrebbero essere possibili (alcune già funzionano, altre sono futuribili) anche con il motore attuale:

1) Editare le pagine da zero e inserire testo, espressioni matematiche (latex), comandi gnuplot.
2) Allegare grafica, filmati, ecc. e poterli richiamare nel testo.
3) Commentare o editare selettivamente paragrafi, tabelle, ecc.
4) Controllare i diritti di accesso a livello di pagina o di area (directory) e a livello di utente o gruppo.
5) Usare le pagine anche come blog o forum, con post e diffusione via e-mail/sms (quindi anche come una specie di mailing list).
6) Accedere al materiale via web dav (ovvero dal proprio desktop senza passare per l'interfaccia web).
7) Usare una pagina come un sistema di chat "scientifico" con memorizzazione del flusso di informazioni (utilissimo per seminari o discussioni a distanza, magari collegatocon una telecamera per foto o video lento).
8) Effettuare ricerche, selezionare il materiale e "compilare" dei libri con il risultato della ricerca (questo per esempio per costruire dei libri "on-demand" a partire da materiale collettivo).
9) Convertire il materiale o le pagine in vari formati testuali (latex, pdf, word).
10) Convertire il materiale in formati multimediali (audio o audio/video), in cui il testo viene letto o interpratato nel caso in cui siano comandi di formattazionei o di controllo del flusso. Una specie di WikiWikiRadio o WikiWikiTV.
11) Usare le pagine come front-end grafico di programmi scientifici (magari usando flash).

Inviato da franchino alle 11:03 | Commenti (2)

Il blog di Perl.it

Ne avevamo parlato durante il meeting di Roma, ed eccolo qua: il blog di Perl.it. E` aperto a tutti, ed è pensato per raccogliere news e materiale che per un verso o per l'altro non è adatto ad un articolo. Se volete diventare autori, mandate una mail a larsen. Se invece volete limitarvi a commentare i post, non c'è alcun impedimento.

A mo' di policy, ma più che altro come suggerimento per chi vuole cominciare a scrivere, ecco una lista di cose che vanno bene:

  • Segnalazioni di link, con commento
  • Segnalazioni di progetti
  • Idiomi Perl interessanti
  • Recensioni di moduli
  • Annunci di moduli su CPAN
  • Discussioni intorno ad altri linguaggi (dopotutto la contaminazione e` uno dei punti di forza del Perl)
  • Annunci/Resoconti di meeting
  • Foto (per includere piu` di una foto in un post, chiedete)
  • Richiesta di collaborazione per un progetto

Un paio di cose che non vanno bene (le solite):

  • Pubblicita`
  • Flame

Inviato da larsen alle 11:45 | Commenti (0)

D:
Progetti e documenti in rilievo
Corso di Perl Progetto pod2it
D:
La ML di Perl.it
mongers@perl.it è la lista ufficiale di Perl Mongers Italia per porre quesiti di tipo tecnico, per rimanere aggiornato su meeting, incontri, manifestazioni e novità su Perl.it.
Iscriviti!
D:
Annunci Google