-+  Associazione
-+  Documenti
-+  Eventi
-+  Community
-+  Blog
-+  Link

Febbraio 2014

Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28  

Cerca






 

« IGSuite 4.0.1 released! | Home | YAPC::Europe 2010, "Perl is my community!" »

Rakudo *, un'utile e usabile distribuzione di Perl 6
29.07.10

A volte capita che mi chiedano - in mancanza di fonti più autorevoli a portata di mano - "Senti, ma quand'è che esce Perl 6?". Solitamente preferisco rispondere: "È come una famiglia in cui c'è un figlio brillante che non si laurea mai: ne parliamo il meno possibile". È un argomento che può essere imbarazzante. Ma è anche vero che raramente permetto che la verità si metta tra me e quella che mi sembra una buona battuta. Questo è uno di questi casi.

Un altro che non scherza quando c'è da fare una battuta è Simon Cozens. Era il 2001 (il primo di Aprile, per la precisione) quando se ne uscì con l'annuncio che Larry Wall e Guido Van Rossum avevano deposto le ostilità, e fraternamente intrapreso il progetto di unificare Perl e Python. Il nuovo linguaggio, nell'immaginazione di Simon, avrebbe dovuto chiamarsi Parrot.

L'anno successivo, Parrot sembrò un nome azzeccatissimo da dare alla virtual machine destinata ad essere la piattaforma non solo di Perl 6, ma in linea di principio di ogni linguaggio dinamico.

All'inizio del 2008, dopo Pugs (una implementazione di Perl 6 scritta in Haskell: tentativo comunque fruttuoso ad opera di Audrey Tang), comincia il progetto Rakudo: un vero e proprio compilatore Perl 6 che usa Parrot come target.

Rakudo? In giapponese Rakuda-do vuol dire "la via del Cammello". Abbreviato in Rakudo, la traduzione convenientemente diventa "Paradiso".

La grande notizia di oggi è che è uscito Rakudo * (si legge "Rakudo Star"), la prima distribuzione usabile (include Parrot e Rakudo stesso) e "stabile" di Perl 6.

Inviato da larsen il 29.07.10 17:14
Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti al feed!

Inviato da oha il 30.07.10 21:37

qualcuno ha fatto notare che "usabile" e "stabile" possono esser fraintesi. E' usabile per chi vuole provare perl6, ma non per la produzione visto che e' ancora molto lento e non implementa completamente il linguaggio Perl6.

Di contro e' un vero piacere da provare, visto che permette di fare quello che ci piace di piu... capire smanettando!

Inviato da larsen il 31.07.10 12:17

Giusta precisazione. Già che ci sono, segnalo questo per chi è in cerca di un manuale: http://github.com/perl6/book/downloads

Inviato da g il 21.01.12 20:12

Mi interessa il nuovo Perl 6. Mi sembra ottimo peccato non sia completo.










Devo ricordare i dati personali?






D:
Sull'autore...
D:
La ML di Perl.it
Iscriviti! mongers@lists.perl.it è la lista ufficiale di Perl Mongers Italia per porre quesiti di tipo tecnico, per rimanere aggiornato su meeting, incontri, manifestazioni e novità su Perl.it.
D:
Annunci Google